SHARE
trombamicizia perfetta le regole

Sono in molti a desiderare e a cercare una trombamicizia. Il motivo? Sono effettivamente tanti, ma, pur tra le varie sfumature, ciò che più è apprezzato in questo tipo di relazione sembra essere il massimo dei vantaggi con il minimo sforzo.

Inoltre essa è la sintesi permette i benefici di una relazione stabile senza tutte le incombenze e i fastidi che essa genera. La certezza di un rapporto sessuale, con una persona di fiducia, sereno, senza preoccupazioni, quando entrambi vogliono, senza corteggiamenti, senza obblighi morali e senza doveri da fidanzato o fidanzata.

Ecco perché sono tantissimi che cercano una trombamicizia e vogliono conoscerne le regole per mantenerla. Ecco quali sono.

Le regole della trombamicizia

Innanzitutto una premessa: la trombamicizia è una scelta, libera, di entrambi. Non è un obbligo né una forzatura, né una forma di prostituzione. È la volontà di due persone che vogliono godere di rapporti sessuali in totale libertà (e per questo più intensi) senza impegni di qualsiasi altra natura. Una delle prime regole è: non innamorarsi.

Non significa pensare che l’altro sia solo un oggetto grazie al quale trovare piacere (anche perché una bella scopata, per essere tale, richiede anche coinvolgimento psicologico e mentale, non solo di attrazione ed eccitazione), ma che i sentimenti sono da tenere fuori. Ci vuole molto poco perché questo accada ed è importante che ciò non accada perché la trombamicizia prosegua.

trombamicizia

Un altro consiglio riguarda la sincerità e la spontaneità. La trombamicizia non è un contratto che regola il funzionamento delle erezioni per gli uomini o dei piaceri delle donne, né una forma di prostituzione per cui paghi per ottenere, ma la sicurezza di avere un partner con il quale sapere di potersi concedere i piaceri di una scopata, di un rapporto sessuale sicuro, coinvolgente e piacevole, con una persona che ci conosce e che sa cosa ci piace (e viceversa), per cui il godimento diventa totale. La spontaneità si riferisce anche al fatto di non sentirsi in dovere; quando non va non va, gli orgasmi si possono fingere, il piacere no.

Simulare in una trombamicizia non ha senso, è dannoso per tutti, principalmente per lui, il sesso, l’obiettivo di questi rapporti. Infine, un ultimo consiglio, riguarda la leggerezza: il sesso è piacere, farsi una scopata è utile anche per scaricare le tensioni e riappacificarsi con il mondo; bisogna tenere fuori dalla trombamicizia i problemi e le tensioni della vita: chiedere al trombamico (o trombamica) di condividerli significa entrare in un altro livello di intimità, quello dove il sesso è solo una parte e non il tutto.

Se siete alla ricerca di una relazione di piacere, di soddisfazione, di voglia di sesso, quello bello e divertente, trovare una trombamicizia è quello che fa per voi.

LEAVE A REPLY

Inserisci il commento
Inserisci il nome